La chimica è...

Chimica di tutti i giorni

Come trattare la barba… dalla A alla Z!

14 marzo 2022

Nell’antica Grecia era considerata un simbolo di forza e virilità, nell’Impero Romano simboleggiava saggezza e per questo la potevano portare solo i pensatori e filosofi. Nonostante l’alternanza delle mode e delle culture, resta e resterà sempre un simbolo di mascolinità: stiamo parlando della barba.
Che sia lunga, corta, a punta, arricciata o liscia, l’importante è che sia ben curata! Ecco la sequenza di quei piccoli gesti che fanno della barba un piccolo capolavoro.


6 min






La chimica è...

Chimica di tutti i giorni

Come trattare la barba… dalla A alla Z!

14 marzo 2022


Nell’antica Grecia era considerata un simbolo di forza e virilità, nell’Impero Romano simboleggiava saggezza e per questo la potevano portare solo i pensatori e filosofi. Nonostante l’alternanza delle mode e delle culture, resta e resterà sempre un simbolo di mascolinità: stiamo parlando della barba.
Che sia lunga, corta, a punta, arricciata o liscia, l’importante è che sia ben curata! Ecco la sequenza di quei piccoli gesti che fanno della barba un piccolo capolavoro.


6 min
TEMI

salute e sicurezza
A
A
Prepariamoci!

Ogni rituale che si rispetti ha come primo passaggio “la preparazione”. In questo caso viene detta “prebarba”: è la fase della detersione, fondamentale per ottenere un ottimo risultato finale, perché prepara i peli e la pelle al trattamento. Lo scopo principale è quello di idratare ed eliminare eventuali cellule morte, e per farlo si possono utilizzare creme, gel e oli, ce ne sono tantissimi per ogni esigenza.
Le creme sono perfette per le pelli normali o miste e hanno spesso un’indicazione di azione specifica, come per esempio “antirughe”. I gel donano immediatamente una sensazione di freschezza sulla pelle e sono più indicati per chi è soggetto ad irritazioni o rossori. Infine, gli oli costituiscono un toccasana per chi ha la pelle secca o molto secca e i peli ispidi. Non abbiate paura di provarli: se usati in modo corretto non lasciano l’effetto unto!
Un consiglio: una sana abitudine, per chi vuole mantenere la barba lunga, è quella di lavarla con regolarità, perché i peli intrappolano polvere, sudore e odori come quelli del cibo o delle bevande. Nessuno vorrebbe mai che la propria barba diventasse un ricettacolo di batteri: bastano un paio di lavaggi “profondi” alla settimana.

 

Sapone o schiuma? A voi la scelta

Dopo aver lavato e deterso a fondo, si passa alla vera fase clou per tutti gli amanti della barba: la rasatura. I più tradizionalisti preferiranno il sapone per la barba, che si presenta come una saponetta e ha bisogno di un pennello per essere steso in modo omogeneo sulla pelle. In alternativa, ci sono mousse o spray applicabili direttamente con le mani. Questo passaggio diminuirà l’attrito che si crea tra la lametta e la pelle, evitando spiacevoli taglietti.
Una volta passato il rasoio a dovere e risciacquato accuratamente il viso con abbondante acqua fresca, arriva il momento della coccola: l’applicazione del dopobarba. Anche questo prodotto soddisfa i gusti di tutti, si trova sottoforma di crema, gel, olio o spray e si differenzia dai prodotti “pre shave” per la texture, che risulta più leggera e favorisce un assorbimento più rapido, lasciando una piacevole sensazione sulla pelle.

Parola d’ordine: idratare!

A questo punto si passa alla fase di styling. Il balsamo, anche chiamato cera, dà il giusto nutrimento dopo il piccolo “trauma” causato dalla rasatura. È un vero e proprio ammorbidente per barba e pelle e serve ad idratare in profondità dando un tocco lucido. Vi aiuterà anche a modellare i baffi, a vostro piacimento!
Siete pronti a cimentarvi in questi semplici passaggi per sfoggiare una barba folta e luminosa? Niente stress mi raccomando, ricordatevi che sotto la barba… c’è la pelle!

Per saperne di più, visita il sito abc-cosmetici.it