La chimica è...

Chimica per il futuro

Un mondo di colori… sostenibili!

5 maggio 2022

Sai che ci vogliono fino a 2650 litri d’acqua per fare una camicia di cotone? Lo stesso quantitativo che una persona beve in 900 giorni! L’acqua dolce disponibile è limitata, ma la crescita demografica fa sì che la domanda sia in continua crescita. Ecco perché è sempre più importante che l’Industria si impegnino nella ricerca di produzioni più sostenibili, anche in termini di riduzione del consumo di acqua.

Un esempio viene da un progetto innovativo recentemente messo a punto in una stretta collaborazione tra l’industria chimica e il settore tessile. Di che si tratta?


3 min






La chimica è...

Chimica per il futuro

Un mondo di colori… sostenibili!

5 maggio 2022


Sai che ci vogliono fino a 2650 litri d’acqua per fare una camicia di cotone? Lo stesso quantitativo che una persona beve in 900 giorni! L’acqua dolce disponibile è limitata, ma la crescita demografica fa sì che la domanda sia in continua crescita. Ecco perché è sempre più importante che l’Industria si impegnino nella ricerca di produzioni più sostenibili, anche in termini di riduzione del consumo di acqua.

Un esempio viene da un progetto innovativo recentemente messo a punto in una stretta collaborazione tra l’industria chimica e il settore tessile. Di che si tratta?


3 min
TEMI

economia circolare
A
A
Una soluzione per il futuro

Si tratta di una nuova tecnologia che prevede un’applicazione preliminare nel processo di tintura del cotone: consente di risparmiare fino al 50% di acqua, il 90% di sostanze chimiche e il 40% di energia! Anche le emissioni di anidride carbonica si ridurrebbero del 63%.

Come funziona? Viene utilizzato un pretrattamento cationico che aiuta ad attrarre e legare meglio la tintura al cotone, cambiando in modo permanente la carica del tessuto. Questo aiuta a ridurre la quantità di cicli di tintura e lavaggio necessari per ottenere i colori voluti. Consente inoltre la tintura in acqua a temperatura ambiente, quindi viene utilizzata meno energia per il riscaldamento.

Una tecnica innovativa e perfettamente in linea con le esigenze dettate dalle emergenze ambientali, come il cambiamento climatico, l’inquinamento idrico e la scarsità di acqua.

Un piccolo passo per mantenere il mondo colorato, in modo sostenibile!

 

Per saperne di più, visita il sito di Cefic