Forse non sai

Chimica inside

Il profumo dei ricordi

23 maggio 2019

Emozioni, ricordi, sensazioni: tutto passa attraverso l’olfattoil più antico e potente dei nostri sensi, che conserva a lungo la memoria degli episodi passati della nostra vita.


4 min






Forse non sai

Chimica inside

Il profumo dei ricordi

23 maggio 2019


Emozioni, ricordi, sensazioni: tutto passa attraverso l’olfattoil più antico e potente dei nostri sensi, che conserva a lungo la memoria degli episodi passati della nostra vita.


4 min
TEMI

ricerca e innovazione
salute e sicurezza
A
A
Olfatto ed emozioni

Quante volte ci è capitato di avvertire un odore che ci ha riportato a una suggestione che pensavamo sepolta tra i nostri ricordi?
Questo perché l’olfatto, tra i cinque sensi, è quello che ha più connessioni a livello neurologico con le emozioni.

 

Un legame prenatale

Proprio grazie alla tempestiva attivazione dell’olfatto nella vita prenatale, che si forma alla settima settimana di gestazione, fin dalle prime ore di vita un neonato è capace di riconoscere l’odore della mamma. La memoria olfattiva, infatti, si attiva durante il parto e il bambino sarà in grado di riconoscere subito l’odore materno.
E a non dimenticarlo più.

Alla ricerca del tempo perduto

Marcel Proust fu maestro nel descrivere il meccanismo della memoria olfattiva: nel suo romanzo “Alla ricerca del tempo perduto”, il protagonista, Swann, percependo il profumo delle madeleines (piccoli dolcetti a forma di conchiglia o barchetta) e del tè, compie magicamente un viaggio tra i ricordi della sua infanzia.

Il cervello emozionale

I profumi hanno il potere di accendere la nostra memoria perché l’area del cervello che elabora l’olfatto è connessa al sistema limbico, il nostro “cervello emozionale”.
La stretta connessione tra sistema olfattivo e sistema limbico spiega perché gli odori siano in grado di influenzare così a fondo i nostri impulsi primari.
Ad esempio uno stimolo odoroso gradevole è facilmente in grado di stimolare l’appetito o placare l’ansia. Ma è vero anche il contrario, ovvero l’appetito e la paura possono influenzare la percezione odorosa e addirittura modificarla.
Senti un profumo e vivi un’emozione. La sciarpa della mamma, i biscotti della nonna, l’erba del prato tagliata di fresco, una passeggiata al mare, una spezia orientale o gli arbusti del Mediterraneo…e i vostri ricordi, che profumo hanno?
Vi consigliamo la lettura di “La straordinaria avventura di una vita che nasce”, di Piero e Alberto Angela, Oscar Mondadori 2011

Scopri qui le 10 cose che non sai sul profumo 

L’aroma di vaniglia…sapreste riconoscerlo?