Sei in: Home >>FALSI MITI>>Alimentazione>>"Una mela al giorno? Chiama il medico di turno..."
21 novembre 2018

"Una mela al giorno? Chiama il medico di turno..."

Una mela al giorno non toglie più il medico di torno… ma solo perché ora la moda vuole che la frutta faccia ingrassare. 

Alla base di questo nuovo dogma d’ispirazione (pseudo) salutista, si trova l’ennesima mancanza di informazione: la frutta non contiene zuccheri ma fruttosio, il che la rende adatta anche ai pazienti diabetici, che, pur rispettando le giuste dosi, possono mangiare frutta come chiunque voglia seguire una corretta alimentazione. 

Tornando alla mela, le proprietà del frutto della discordia sono molte e varie.
La mela è ricca di nutrienti che riempiono di vitalità: i flavonoidi che combattono i radicali liberi, la pectina che abbassa il colesterolo, la vitamina C che difende dall’inverno e dalle malattie e, dulcis in fundo, le vitamine A ed E, utili per combattere i problemi di cuore e il diabete. 

La mela è inoltre un alleato contro il cancro ai reni, faringe e seno. 
Ciononostante, il frutto per antonomasia è carente di alcuni principi fondamentali per il nostro organismo, come potassio e sali minerali. 

Insomma, una mela al giorno non sarebbe sufficiente - da sola - per scacciare via il medico, ma è un utile alleato soprattutto se abbinata a una banana (per il potassio), ai frutti rossi (per l’acido folico) e alle albicocche per il beta carotene … 

Per saperne di più visita il sito dell'Istituto Superiore di Sanità 
 

Articoli correlati