Falsi miti

Chimica inside

“Meglio il salame del mio contadino…”

13 dicembre 2018

Sentiamo spesso dire  che negli alimenti di uso comune ci sono ‘troppi’ additivi chimici e finiamo per convincerci che gli alimenti industriali sono meno salutari perchè contengono conservanti e altri  ingredienti “non naturali”.
Ma è davvero così?


3 min






Falsi miti

Chimica inside

“Meglio il salame del mio contadino…”

13 dicembre 2018


Sentiamo spesso dire  che negli alimenti di uso comune ci sono ‘troppi’ additivi chimici e finiamo per convincerci che gli alimenti industriali sono meno salutari perchè contengono conservanti e altri  ingredienti “non naturali”.
Ma è davvero così?


3 min
TEMI

alimentazione
salute e sicurezza
A
A
Conservanti, coloranti, antossidanti

Conservanticolorantiantiossidanti sono solo alcuni dei tanti ingredienti specialistici che vengono aggiunti agli alimenti che mangiamo quotidianamente. Questi ingredienti  non alterano in nessun modo i il valore nutritivo di un alimento: anzi, sono necessari per garantirne la salubrità perchè ne permettono una corretta conservazione.
È il caso, ad esempio, dei nitriti e nitrati aggiunti agli insaccati per evitare la crescita di batteri, tra i quali il pericoloso botulino, che, se presente, può causare gravissime intossicazioni.

Grazie ai conservanti, poi, si evitano sprechi alimentari, perchè il, cibo viene così protetto dal naturale deterioramento provocato dai microrganismi e dall’esposizione all’aria o al calore.

Questioni di sicurezza

E veniamo al ‘troppo’:  come per tutti gli altri prodotti della filiera agro alimentare (fertilizzanti, agrofarmaci, biotecnologie, farmaci animali, etc.) anche per i conservanti esiste una normativa europea molto severa e precisa che determina quantità e qualità di questo tipo di ingredienti, con soglie estremamente cautelative per la nostra salute.
Perciò niente paura: tutti i prodotti alimentari autorizzati al commercio sono sicuri e lo sono anche di più grazie alle preziose sostanze chimiche che contengono.

Bufale e falsi miti

Per fare chiarezza, anche l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), l’organo del Servizio Sanitario Nazionale che si occupa di ricerca, controllo, documentazione e altri aspetti legati alla salute pubblica, ha messo a punto un elenco di “bufale e falsi miti legati all’alimentazione che circolano sul web .

Del resto, secondo il Censis, il 33% degli italiani cerca informazioni mediche e scientifiche sulla rete, incappando in articoli fuorvianti e spesso totalmente falsi in tema di alimentazione.

Cosa sai sulla differenza tra naturale artificiale
Ma è proprio vero che l’aspartame fa male? 
Vaniglia o vanillina?

Per saperne di più visita anche Food-story