Sei in: Home >>LA CHIMICA E'...>>Ricerca e innovazione>>Un’idea che dà i suoi frutti: essicatori a energia solare
03 dicembre 2020

Un’idea che dà i suoi frutti: essicatori a energia solare

Sono tanti i paesi nel mondo in cui l’agricoltura rappresenta l’unica fonte di sostentamento per intere famiglie. Spesso però, a causa delle condizioni climatiche avverse e dei terreni estremamente aridi e montuosi, gli agricoltori devono privilegiare colture che non hanno bisogno di molto, come mais, miglio e arachidi, robuste, ma che danno scarso rendimento economico. Anche coloro che possono permettersi di coltivare mango o papaya (senz’altro più redditizi) riscontrano molte difficoltà nel processo di vendita al mercato locale: un terzo del raccolto viene spesso perso perché nessuno compra il frutto oppure perché marcisce durante il viaggio. 

L’industria chimica ha messo a punto una tecnologia che può essere di grande aiuto: l’essicatore a energia solare in policarbonato (altamente isolante), che sfrutta proprio il calore del sole per essiccare gli alimenti, riducendo le perdite post-raccolta dei prodotti agricoli. Il principale vantaggio degli essicatori a energia solare è la loro efficienza. La piccola quantità di energia richiesta per il sistema di ventilazione è fornita esclusivamente dal sole. I raggi sono in grado di penetrare nella struttura unica del materiale, permettendo all'asciugatrice di riscaldarsi rapidamente.

Installando essiccatori solari per la conservazione degli alimenti, l'industria chimica può contribuire a rafforzare lo sviluppo economico dei paesi caratterizzati da terreni molto aridi e sostenere il progresso sociale, integrando le comunità a basso reddito nella catena del valore.

Per saperne di più visitate Chemistry Can

 

Articoli correlati