Sei in: Home >>LA CHIMICA E'...>>#bellelemento>>Il grande splash
06 maggio 2019

Il grande splash

Prosegue la nostra rubrica #bellelemento: aneddoti, storie, curiosità...ma sempre Fatti, non fake!

La piscina non è solo un luogo per sportivi o dove rilassarsi prendendo il sole, ma è anche un crocevia di storie, riflessioni profonde, baci appassionati, party strabilianti o efferati delitti, celebrati dai più famosi registi della storia del cinema. Una bellissima piscina da giardino fa da sfondo all’intreccio amoroso tra Romy Schneider e Alain Delon nel film La Piscina del 1969, mentre un giovanissimo Dustin Hoffman discute con gli amici sdraiato su un materassino gonfiabile ne Il Laureato.
Chi si ricorda lo sbalorditivo pool party che il broker Leonardo Di Caprio, alias Jordan Belfort, organizza per i dipendenti nella sua villa in The Wolf of Wall Street? Atmosfera drammatica invece quella del ritrovamento del cadavere di Mr.Gatsby nella sua piscina nel film tratto dall’omonimo romanzo di Francis Scott Fitzgerald. 

Quando si pensa alla piscina non si può non fare riferimento al cloro, essenziale per le sue proprietà disinfettanti, in grado di igienizzare l’acqua rendendola sicura.
Fu scoperto nel tredicesimo secolo dal chimico svedese Carl Wilhelm Scheele nel 1774, ma solo nel 1810 per mano di Humphry Davy fu classificato come elemento. Il chimico inglese lo chiamò cloro, secondo la parola greca chloros, che significa giallo-verdastro.

Il cloro è uno degli elementi più diffusi in natura, e la sua capacità di combinarsi facilmente ha fatto sì che anche gli esseri viventi ne sfruttassero le caratteristiche chimiche e fisiche: oltre 2.400 composti naturali a base di cloro permettono a diversi organismi di svolgere le loro funzioni vitali e di compiere processi di trasformazione.

Clicca qui  per saperne di più sul cloro!

Scoprite di più su www.mendeleevatavola.federchimica.it

Articoli correlati