La chimica è...

Chimica per il futuro

Alghe marine, una nuova fonte di sostentamento per i pesci

4 giugno 2020

Ogni anno nel mondo viene prodotto circa un milione di tonnellate di olio di pesce, un alimento ricco di acidi grassi polinsaturi (come gli omega-3) utilizzato come mangime per  specie ittiche di allevamento come il salmone.


2 min






La chimica è...

Chimica per il futuro

Alghe marine, una nuova fonte di sostentamento per i pesci

4 giugno 2020


Ogni anno nel mondo viene prodotto circa un milione di tonnellate di olio di pesce, un alimento ricco di acidi grassi polinsaturi (come gli omega-3) utilizzato come mangime per  specie ittiche di allevamento come il salmone.


2 min
TEMI

ricerca e innovazione
A
A
Diminuzione dei pesci selvatici

L’unica fonte di provenienza dell’olio è il pesce selvatico. Purtroppo però negli ultimi anni stiamo assistendo ad una diminuzione degli stock di pesci selvatici in tutto il mondo. Di conseguenza anche la quantità di olio disponibile per i pesci d’allevamento sta diminuendo.

Una soluzione sostenibile

L’industria chimica si è attivata per trovare soluzioni in grado di produrre acidi grassi omega-3 senza usare il pesce.
Come? Sono stati sviluppati processi di fermentazione delle alghe marine, del tutto sostenibili. Questa nuova fonte di omega-3 sarà utilizzata per nutrire in modo sano le specie ittiche d’allevamento (soprattutto i salmoni) ma non solo, senza impattare sulle risorse marine.

Per saperne di più visitate ChemistryCan