Sei in: Home >>LA CHIMICA E'...>>Ricerca e innovazione>>Questioni di chimica: chimica e ceramica
15 novembre 2021

Questioni di chimica: chimica e ceramica

Chimica e ceramica, chi l’avrebbe mai detto!

La ceramica italiana è certamente uno dei fiori all’occhiello del Made in Italy, famosa  in tutto il mondo per il suo indiscusso gusto estetico e per il suo alto livello di innovazione tecnologica.

Ma che cosa c’entra la chimica con le piastrelle della nostra cucina o del nostro pavimento? Forse non tutti sanno che dietro le quinte c’è un complesso lavoro di un’intera filiera. Ci sono, infatti, le aziende che realizzano le macchine per lavorare la ceramica; quelle che danno vita alla piastrella che poi compriamo per abbellire le nostre case; e poi ci sono i colorifici ceramici, ossia aziende chimiche con l’importante ruolo di rendere il prodotto finito esteticamente bello e diversificato.

Si tratta proprio di un passaggio “chimico” che permette la creazione di una superficie colorata molto resistente e facile da pulire attraverso l’applicazione di smalti, fritte, pigmenti o coloranti. Tutto ciò permette di avere ceramiche non solo di diversi colori, ma anche con diversi effetti (legno, marmo, metallo, vetro) e diversi formati e spessori.

Spesso diciamo che i pavimenti e i rivestimenti in ceramica sono durevoli; ecco, questo è possibile grazie all’impegno costante dei colorifici ceramici, che curano con attenzione l’aspetto estetico delle piastrelle: superfici più o meno riflettenti, lisce o con effetti tridimensionali di graniglie o smalti a spessore, nonché i pigmenti inorganici che conferiscono il colore.

L’Italia è il maggior produttore mondiale di piastrelle di alta qualità e i colorifici hanno un ruolo importante per creatività e tecnologia. Basti pensare all’attenzione che pongono alle nuove tendenze e al design, al punto che ad oggi la maggior parte delle piastrelle in commercio è nata prima nei laboratori dei colorifici e solo in un secondo tempo elaborata negli stabilimenti dei produttori, spesso con l’ausilio degli stessi tecnici dei colorifici.

E poi lo dice anche la scienza: i colori influiscono sui nostri stati d’animo.
Il colore è molto importante in quanto condiziona la salute psico-fisica e sicuramente esserne circondati in casa, magari con l’aiuto di belle piastrelle colorate e di un arredamento vivace, ci permette di vivere lo spazio domestico in maniera più serena.

Articoli correlati