Sei in: Home >>LA CHIMICA E'...>>#chestoria>>Consigli di lettura sotto l’albero
21 dicembre 2020

Consigli di lettura sotto l’albero

La chimica è stata fonte d'ispirazione per molti autori, italiani e stranieri, che ne hanno fatto la protagonista dei loro racconti: anche quest’anno noi di Fatti, non fake! vogliamo darvi qualche suggerimento di lettura, per trascorrere il vostro tempo libero in buona compagnia…della chimica! 
Buon Natale a tutti!

Breve storia della chimica. Introduzione alle idee della chimica
In "Breve storia della chimica" Isaac Asimov ci offre una panoramica completa della chimica, della chimica-fisica, della biochimica, in una chiave un po' filosofica se vogliamo, ma fortemente realistica. Un libro consigliatissimo a tutti quelli che si approcciano allo studio di questa materia per la prima volta, per i futuri scienziati curiosi, per chi cerca un approfondimento e, naturalmente, per chi la chimica la conosce già! Sarà davvero piacevole "leggerla" attraverso una chiave così…magica! 

La scienza nascosta dei cosmetici
No al marketing della paura. No ai titoloni allarmistici che generano psicosi. Per sapere se un cosmetico faccia davvero bene o male bisogna informarsi, partendo da fonti attendibili e verificate. Perché la paura passi, servono chiarezza e  trasparenza. Soltanto in questo modo il consumatore si troverà nella condizione di scegliere in modo consapevole. Beatrice Mautino, la divagatrice, torna per ricordarci che “rosa è bello”!

Vaccini. Il diritto di (non) avere paura
Il libro della virologa Roberta Villa si rivolge al vasto pubblico di coloro che, a vario titolo, sono interessati al grande tema dei vaccini e, di conseguenza, a quello assai spinoso delle fake news. Solo documentandoci possiamo interrogarci sul perché i vaccini fanno così paura e sui meccanismi che ci traggono in inganno nella valutazione dei possibili rischi. Uno strumento utile – anche per chi dubbi sui vaccini non ne ha, o non è interessato all’argomento – per evitare di dare credito alle fake news, in particolare quelle sui temi della salute.

Il cucchiaino scomparso
Fra le elementari nozioni scientifiche insegnate anche a scuola, poche sono così sconcertanti e fanno altrettanto sognare come la tavola periodica degli elementi, scoperta nel 1869 da Mendeleev e, autonomamente, da J.L. Meyer. Ci voleva un libro come quello di Sam Kean – intreccio di eclettismo disciplinare e vasta erudizione – perché dietro ogni simbolo e ogni numero atomico si spalancassero sequenze stupefacenti in tutti gli ambiti del­l'espe­rienza e della conoscenza umana. Punteggiato di magnifici aneddoti (come quello, evocato nel titolo, del cucchiaino di gallio che si scioglie al contatto del tè caldo, permettendo trucchi alla Houdini) e digressioni narrative, questo volume è un'intro­duzione affascinante e piena di verve alla conoscen­za di ciò che costituisce il nostro pianeta e il resto dell'universo.

Fake news. Cosa sono e come imparare a riconoscere le false notizie
Che cos'è una fake news, chi la crea e perché? A questa e a molte altre domande risponde Michelangelo Coltelli, fondatore di BUTAC - Bufale un tanto al chilo - uno dei blog di fact-checking più letti in Italia, insieme al suo braccio destro Noemi Urso. Gli autori ci portano indietro nel tempo, fino ai tempi di Costantino, per farci scoprire che le fake news ci accompagnano da secoli, e poi ricondurci al presente, pagina dopo pagina a capire come non perdersi tra le milioni di informazioni che ci scorrono sotto gli occhi ogni giorno. Una guida "antibufala" da tenere sempre a portata di mano, ricca di consigli, spunti di riflessione, approfondimenti, strumenti e luoghi del web a cui affidarci per verificare i fatti, e vederci più chiaro. Dello stesso autore vi consigliamo anche l’antologia Bufale, un tanto al chilo.
 

Articoli correlati