Sei in: Home >>LA CHIMICA E'...>>Ricerca e innovazione>>"Stagni che generano energia", di che si tratta?
29 ottobre 2020

"Stagni che generano energia", di che si tratta?

L’industria chimica è alla costante ricerca di soluzioni che permettano di generare energia senza impattare sull'ambiente.

Un esempio? L’introduzione del concetto di “Solar Pond” (stagno solare), una tecnologia che utilizza uno stagno di acqua salata per catturare l'energia solare e immagazzinarla per la conversione in energia termica, che può essere utilizzata poi per riscaldare edifici o alimentare macchinari per generare elettricità.

Come funziona? Impostando un gradiente di salinità verticale, con un'alta concentrazione di sale nello strato inferiore, è possibile creare una zona non convettiva all'interno dello stagno, che è alla base della sua capacità di accumulo del calore. Il sistema può raggiungere temperature di oltre 80 ° C nella parte inferiore e può intrappolare il calore per un tempo piuttosto lungo, formando una sorta di accumulo di energia naturale.
Una gran bella scoperta!

Per saperne di più vistate ChemistryCan

 

Articoli correlati