Sei in: Home >>LA CHIMICA E'...>>Alimentazione>>La verità, vi prego, sul magnesio
26 settembre 2018

La verità, vi prego, sul magnesio

È ovunque attorno a noi, ma non lo conosciamo bene come dovremmo. 
È nelle acque e nella crosta terrestre, nelle nostre ossa e persino nelle lattine delle nostre bevande!
Stiamo parlando del magnesio (Mg), un metallo largamente impiegato a livello industriale, in settori avanzati come la missilistica, l'aeronautica e l’automobilistica, nonché in oggetti della vita quotidiana, come appunto le lattine per le bibite.

Il magnesio è fondamentale per il nostro organismo, per il trasporto degli impulsi nervosi, per la contrazione dei muscoli, per il mantenimento del ritmo cardiaco, per l’assorbimento di vitamine, calcio sodio e potassio.
Ma le inaspettate virtù del magnesio non sono finite: oltre ad essere cruciale per il metabolismo di zuccheri, proteine, grassi, carboidrati e per i processi di produzione ed utilizzo dell’energia (ATP), vari composti a base di magnesio sono impiegati anche in ambito medico-sanitario.
Le sue proprietà taumaturgiche furono scoperte nei primi anni della Grande Guerra da Pierre Delbet, medico francese che utilizzò il cloruro di magnesio per disinfettare e igienizzare le ferite dei soldati.

Il numero 12 della tavola periodica è un toccasana per il nostro corpo, che nell'adulto ne contiene circa 25 grammi. Qualora dovessimo esserne carenti, il mercato farmaceutico offre un’ampia gamma di suoi composti, validi alleati per combattere ipertensione, spasmi muscolari, fragilità ossea, affaticamento gastriti, calcoli renali …
È però importante sapere che la bio-disponibilità del magnesio e la specificità della sua azione dipendono dal tipo di formulazione. 

Per fare un po’ di chiarezza, riportiamo di seguito i più comuni composti a base di Magnesio presenti negli integratori in commercio, con l’indicazione di alcune caratteristiche rilevanti:
  • cssido/idrossido di magnesio (MgO / Mg(OH)2) – assorbimento efficace – usato anche come antiacido e lassativo (noto anche come “magnesia”);
  • carbonato di magnesio (MgCO3) – insolubile, poco bio-disponibile – utilizzato come antiacido e protettore gastrico;
  • cloruro di magnesio (MgCl2) – elevata bio-disponibilità) – non modifica il pH delle urine – utilizzato anche in cosmetica;
  • solfato di magnesio (MgSO4): lassativo (noto anche come “sale inglese o “sale di Epsom”), anche per cura personale;
  • citrato di magnesio (sale dell’acido citrico Mg C6H6O7) – elevata bio-disponibilità – alcalinizzante delle urine;
  • pidolato di magnesio (sale dell’acido piroglutammico), molto assimilabile, azione stimolante sul sistema nervoso, utilizzabile anche per via intramuscolare;
  • bisglicinato di magnesio (sale dell’amminoacido glicina) – molto assimilabile –lunga permanenza nell’organismo;
  • glicerofosfato di magnesio (sale dell’acido mono glicerofosforico) veicolato velocemente nel sistema  nervoso, efficace nella produzione di energia cellulare;
  • taurato di magnesio (sale dell’acido 2-amminoetanosolfonico) facilmente assorbibile, azione di controllo sulle aritmie cardiache;
  • malato di magnesio (sale dell’acido malico), incrementa la produzione di energia cellulare (sintesi di ATP) – consigliato in caso di astenia e insonnia.
Altri nomi sotto i quali viene commercializzato il magnesio:
  • magnesio marino e magnesio naturale: cloruro di magnesio purificato estratto da acque marine;
  • magnesio supremo: formulazione che porta all’ottenimento di citrato di magnesio.
A cura di Prof. Maria Letizia Terranova, Coordinator of NanoShare Srl - Dip. Scienze e Tecnologie Chimiche – Università di Tor Vergata, Roma

Articoli correlati